Come portare in detrazione abbonamento autobus

La normativa vigente prevede la possibilità di portare in detrazione l’abbonamento al trasporto pubblico locale, regionale e interregionale per un importo non superiore a 250 euro.

Il tetto si intende come l’importo risultante dalla somma delle spese sostenute dal contribuente per l’abbonamento proprio e dei familiari a carico, sia come limite ammesso alla detrazione per ogni abbonato considerato singolarmente (tale doppio valore del limite, sebbene non specificato esplicitamente nelle istruzioni per la compilazione del modello 730, è stato chiarito nella circolare 13/2019 dell’agenzia delle Entrate).

In altre parole si deve ridurre la spesa per ciascun abbonato al valore di 250 euro se di importo maggiore e dimezzarla se il familiare risulta a carico al 50%.

Ai fini della detrazione del trasporto pubblico, vanno conservati: titolo di viaggio, ricevute di pagamento e altra documentazione comprovante il pagamento da cui risultino tutte le informazioni propedeutiche al bonus. Dunque dai documenti dovranno emergere specifiche su: soggetto utilizzatore, periodo di validità, data del pagamento e importo spesa sostenuta. Se quest’ultima non è espressamente indicata, si presume che coincida con quella di inizio di validità dell’abbonamento. Sono validi anche abbonamenti non nominativi purché riconducibili al beneficiario, ad esempio attraverso un numero identificativo dell’abbonamento. In alternativa andrà prodotta anche una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (o autocertificazione firmata con allegata copia del documento d’identità) che faccia riferimento al contribuente che ha sostenuto la spesa.

Le spese ammesse alla detrazione del 19%, vanno inserite nel modello 730 alla sezione E, oneri e spese, al primo rigo utile tra E8, E9, E10 (altre spese), specificando il codice 40 nel relativo spazio. In alternativa nel modello Redditi persone fisiche ai righi da RP8 a RP13 e codice 40. Si applica il principio di cassa e quindi l’agevolazione spetta per il periodo di sostenimento della spesa indipendentemente dal periodo di validità dell’abbonamento.